Ultima modifica: 10 marzo 2017
> Alternanza Scuola-Lavoro

Alternanza Scuola-Lavoro

                                   “Spesso le grandi imprese nascono da piccole opportunità”

                                  Demostene

Alternanza SCUOLA-LAVORO: Open new opportunities!

  • per misurare le proprie competenze;
  • per diventare più autonomi, responsabili e competenti;
  • per orientare le scelte per il futuro.
Tutti gli studenti delle classi terze e quarte vengono inseriti per tre settimane nel mondo del lavoro, presso imprese, studi professionali, enti pubblici, associazioni di categoria: CLASSI III  dal 22 maggio 2016 al 9 giugno 2017 CLASSI IV dal 6 febbraio 2016 al 25 febbraio 2016 ECCELLENZE: ASL all’estero, alternanza biennale, alternanza intensiva.

L’ALTERNANZA IN 5 MOSSE:

una strategia formativa condivisa da scuola ed impresa

1. La convenzione

La legge 107/2015 prevede un programma formativo triennale:400 h. di alternanza per gli studenti degli Istituti Tecnici. La scuola deve innanzitutto stipulare una convenzione con ogni impresa, ente pubblico, associazione di categoria e studio professionale, disponibili ad accogliere gli studenti in stage. L’I.T.E. Matteucci stipula circa 150 convenzioni per ciascun periodo di stage durante ogni anno scolastico. La convenzione può anche essere di durata pluriennale. Alla convenzione si abbina un progetto formativo, uno per ogni studente che partecipa alla formazione in alternanza scuola-lavoro.

2. Il progetto formativo

L’impresa individua un tutor aziendale che concorda con il tutor scolastico il progetto formativo individuale per ogni stagista: si definisce cosa lo studente farà (le attività), per imparare cosa (le competenze). Durata e svolgimento dello stage saranno co-progettate dai due tutor, in funzione delle competenze che si vogliono costruire.

3. Le attività di formazione

Prima dell’inserimento in azienda, gli studenti in classe seguono alcuni corsi di formazione: il corso sulla sicurezza nei luoghi di lavoro, il corso sulle capacità relazionali, tenuto da un professionista della gestione e valorizzazione delle risorse umane. Ciascun Consiglio di Classe propone attività di formazione relative soprattutto alle materie professionalizzanti.

4. Lo studente in azienda

Lo stage comporta l’inserimento in azienda per la durata di almeno tre settimane (120 ore) per ogni anno scolastico del triennio. Con la supervisione del tutor aziendale, lo studente svolge tutte le attività programmate nel progetto formativo individuale. Durante lo stage, il tutor scolastico si reca alcune volte in azienda per incontrare lo stagista e il tutor aziendale e verificare la realizzazione del percorso formativo

5. La valutazione

Tutte le attività che lo stagista esegue devono essere osservate dal tutor aziendale e registrate sul “diario di bordo”. Questo aiuterà il tutor aziendale ad esprimere una valutazione sul raggiungimento degli obiettivi dello stage, utilizzando un’apposita scheda predisposta dalla scuola. Anche il Consiglio di Classe effettua una valutazione nelle varie materie, mediante prove basate su compiti di realtà, simili a quelli svolti dallo studente in azienda.

Link utili: Modulistica: Alternanza all'estero: Vi racconto il mio stage:
dorelan

Dorelan Gemma Alessandra

tribunale

Tribunale di Forlì Giovanni Lombardi

softer

SoFteR Filippo Garavini

fiera

Fiera di Forlì Costache Teodora

Relazione ASL Madrid