Ultima modifica: 23 maggio 2018
> Senza categoria > “Desaparecidos” al Matteucci

“Desaparecidos” al Matteucci

Con l’espressione “desaparecidos”  si identificano le persone che, arrestate per motivi politici e comunque ritenute responsabili di attività “anti governative” dalla polizia del regime miliare argentino (cileno o di altri paesi dell’America Latina), siano scomparse senza lasciare alcuna traccia.

Si è stimato che tra il 1976 e il 1983, in Argentina, sotto il regime della Giunta militare, siano scomparsi fino a 30.000 dissidenti o sospettati tali (9.000 accertati secondo i rapporti ufficiali del CONADEP) su 40.000 vittime totali.

La Escuela Superior de Mecánica de la Armada (ESMA) fu  uno dei centri di detenzione attivi durante la dittatura: oltre 5.000 persone vi furono rinchiuse e solo poche centinaia ne uscirono vive.

La denuncia e la scoperta degli orrori avvenuti in Argentina durante il regime militare si deve anche all’azione delle Madri di Plaza de Mayo, madri dei giovani desaparecidos che con una protesta pacifica, sfidando il regime, riuscirono a far conoscere alla opinione pubblica il dramma che stava avvenendo nel loro Paese.

Questi i temi oggetto della conferenza del 19 maggio corrente, organizzata dai docenti del dipartimento di lingua spagnola del Nostro Istituto : Prof.ssa Laura Corzani, Prof.ssa Valeria Lupattelli e Prof. Fabio Silvestri.

Ospiti dell’evento lo scrittore Roberto Turrinunti, autore del libro “Estanislao Kowal, Argentina 1976-1983: il dramma di un desparecido romagnolo” ( Ed. Il ponte vecchio , 2011) e la scrittrice-attrice Gadys Cudi, uniti al Nostro alunno Alessandro Frassineti della classe 5^ B Afm, attore e – con Nostro immenso orgoglio-  relatore nella conferenza.

La drammatica storia di Estanislao Kowal, desaparecidos di origine faentina, e della sua madre ha costituito il filo conduttore dell’incontro, arricchito da proiezioni video, esibizione fotografiche,  letture ed un ampio dibattito, che ha coinvolto gli alunni delle classi  5^ A Rim, 5^ B Afm, 5B Rim, 5^B Tur ( gruppi di spagnolo).

Con questa attività di approfondimento si è potenziata l’acquisizione dei concetti correlati al programma curricolare delle classi quinte, oggetto  dell’imminente esame di Stato, che impegnerà i Nostri alunni nelle prossime settimane e per il quale formuliamo aloro  il Nostro più caloroso “in bocca al lupo !”.




%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: