Ultima modifica: 3 ottobre 2018
> Senza categoria > ITE MATTEUCCI, SCUOLA SENZA FRONTIERE

ITE MATTEUCCI, SCUOLA SENZA FRONTIERE

Studenti del Turismo, il viaggio-premio nelle Asturie diventa un progetto di Alternanza Scuola-Lavoro

Forse non tutti sanno che l’Unione europea ha creato una piattaforma informatica per  favorire il confronto tra le varie realtà culturali ed educative europee.

eTwinning è una piattaforma che consente a studenti, insegnanti e dirigenti scolastici dei Paesi membri dell’Unione di comunicare, condividere idee e collaborare nella realizzazione di progetti educativi comuni.

eTwinning prende il via nel 2005, quando la stessa Commissione europea individua nella piattaforma il principale strumento di azione del Programma europeo eLearning e, successivamente, la inserisce con successo nel Programma Erasmus+.

Due anni fa l’Ite Matteucci, in ossequio alla propria offerta formativa caratterizzata da un ampio orizzonte culturale, ha attivato un progetto eTwinning, dal titolo “Pensar, sentir, compartir. Los jóvenes se expresan”

L’iniziativa si deve alla Prof.ssa Laura Corzani, docente di Spagnolo, che allora coinvolse nel progetto i 12 alunni della classe 3^ A TUR frequentanti i corsi di spagnolo L2.

Gli studenti vennero invitati a sviluppare un’attività di “gemellaggio virtuale” con “colleghi” provenienti da due scuole europee: “IES- Instituto de Educación Secundaria- Santa Cristina de Lena”, della città spagnola Pola de Lena, e il Lycée Georges Braque di Argenteuil, in Francia.

Gli studenti hanno dunque utilizzato la piattaforma eTwinning per dare vita ad una corrispondenza digitale durata circa 6 mesi, da novembre 2016 ad Aprile 2017.

Le scuole coinvolte hanno destinato al progetto un’ora curricolare alla settimana, consentendo a 50 giovani europei, studenti italiani, francesi e spagnoli dai 15 ai 18 anni, di scambiare opinioni e riflessioni, narrando di sé e del proprio contesto personale e scolastico.

L’esperienza formativa si è conclusa con la produzione di un elaborato scritto, con cui gli studenti, suddivisi in gruppi internazionali, hanno affrontato e sviluppato temi di grande  interesse, come l’ecologia, i viaggi, gli eroi del nostro tempo, ecc.

Il progetto ha riscosso notevole successo, tanto da essere premiato sia con una certificazione nazionale di qualità sia con un viaggio-premio di cinque giorni offerto dalle Istituzioni europee.

In particolare, la U.E. ha provveduto al pagamento dei mezzi di trasporto (aereo e treno) con i quali, prima dell’avvio delle lezioni, dal 9 al 15 settembre, i nostri alunni, ormai studenti della classe 5^ A TUR, hanno raggiunto le Asturie, regione di provenienza dei loro  corrispondenti spagnoli, per visitarne le principali attrazioni turistiche.

Proprio l’aspetto turistico dell’esperienza ha portato ragazzi del Matteucci a trasformare il  viaggio-premio in un progetto di Alternanza Scuola-Lavoro all’estero.

Grazie alla collaborazione con l’Agenzia viaggi Damir di Meldola, che ha firmato una  convenzione con il Matteucci per assumere il ruolo di “azienda madrina”, gli studenti hanno realizzato un  pacchetto turistico, cioè un itinerario di viaggio che si snoda tra le città, i siti d’arte, le bellezze naturali e paesaggistiche delle Asturie.

Gli alunni hanno selezionato le mete, predisposto un piano di spostamenti quotidiani con mezzi pubblici (per i quali hanno dovuto formulare un preventivo di spesa) e, soprattutto, hanno svolto la funzione di guide turistiche, presentando i caratteri salienti dei luoghi visitati.

Le insegnanti di Spagnolo Laura Corzani e Valeria Lupatelli e la docente di Economia aziendale Patrizia Landi hanno collaborato con gli alunni e li hanno accompagnati in questa importante esperienza di viaggio e di lavoro.




%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: