Ultima modifica: 18 giugno 2018
> Senza categoria > Notte Bianca 2018 – articolo & foto –

Notte Bianca 2018 – articolo & foto –

Ogni angolo della scuola allestito, gli alunni e gli insegnanti pronti ad accompagnare nella scoperta di ogni stand, di ogni esperimento, di ogni proposta.

Il tutto sotto l’attenta regia della Prof.ssa Anna Maria Cortesi, ideatrice ed instancabile realizzatrice di questo evento.

Illusioni ottiche, gastronomie dal mondo, luoghi vicini e lontani, animali della savana e del Nostro Appennino, tessuti e le vie del loro trasporto, perfino i bachi da seta hanno fatto mostra di sé in quella che per Noi è stata una grande festa delle scienze, ma anche di tutte le altre discipline che hanno concorso alla realizzazione di questo progetto corale, che ha alimentato gli animi di alunni e professori.  E non solo.

L’entusiasmo di questo evento ha contagiato tutti coloro che ci hanno sostenuto ed hanno prestato la loro preziosa collaborazione: a tutti loro un sentito grazie.

Mario Proli, storico ed esperto del Nostro Territorio, ha consegnato agli alunni i “segreti” dell’Orsi Mangelli, storica industria del territorio. Ha narrato le sorti e la storia che hanno riguardato il primo grande insediamento industriale di Forlì.

Tina Tampellini, insieme a Luciano Ravaglioli  ci ha permesso di conoscere i veri bachi da seta, il loro ciclo vitale, le loro abitudini alimentari.

Il gruppo astrofili forlivesi non si è arreso alle avversità del cielo ed ha ridisegnato per Noi un “viaggio”  nello spazio.

Familiari e parenti hanno contribuito in ogni modo al progetto : dal confezionare asiatici ravioli al vapore  allo “stendere” la “nostra” piadina romagnola, al “chiudere” tortellini romagnoli, al confezionare marmellata.

“Orto mio”, “AG Group”, “PON -fondi strutturali europei” hanno esercitato  un sostegno prezioso e tangibile a questo  evento culturale a Noi tanto caro e per Noi così importante.

La serata si apre con il saluto della Dirigente Dott.ssa Susi Olivetti che accoglie gli ospiti insieme alla gradita presenza del Sindaco Davide Drei, che esprime il proprio sostegno alla grande festa del “Matteucci”. Un ringraziamento sentito viene espresso a colei che è “l’anima” dell’evento : Anna Maria Cortesi.

Il coro della scuola intona canti e cori che segnano l’esordio della serata.

Prosegue la notte con lo spettacolo danzante delle alunne del corpo di ballo dell’Istituto, coinvolgono i visitatori  le poesie recitate dagli studenti della scuola.

Ogni ospite esplora le proposte delle diverse classi del biennio degli alunni coinvolti, pronti ad esplicitare il senso dei loro approfondimenti ed ad accompagnare i visitatori in un viaggio in bilico fra la prospettiva di ciò che è, o appare, lontano  e ciò che è vicino, o forse così sembra.

“A nome delle famiglie della classe 1 B turismo vogliamo ringraziare l’ITE Matteucci e in particolare la professoressa Cortesi referente del progetto , la preside , tutti gli insegnanti e il personale ATA  per la realizzazione della NOTTE BIANCA “LONTANO/VICINO DEL 30.5.2018. E’ stata una sorpresa per noi genitori scoprire i ragazzi così coinvolti nei loro progetti , ed è stato emozionante vederli valorizzati nei loro interessi e capacità, in un clima che era insieme di festa, di accoglienza, di partecipazione e di impegno collettivo. Apprezziamo moltissimo una scuola capace di far incontrare mondi diversi: passato e presente, Forlì e altri paesi, materie scolastiche che sembrano lontane fra loro e invece sono tutte il frutto dell’esperienza umana, sempre complessa e sempre in trasformazione. Una serata come questa crea identità positiva, perché trasmette il senso dell’appartenenza attraverso il confronto , la fatica e l’orgoglio di mostrare quello che è stato realizzato. Sappiamo che dietro c’è tanto lavoro e che prima ancora del lavoro c’è un’idea forte, quella che i ragazzi devono essere protagonisti e artefici del futuro di tutti, anche se non ne sono ancora consapevoli.  Grazie ancora a tutti voi per la vostra competenza , sensibilità e fiducia.

 

 Monica Mazzotti”

 

Con queste parole vogliamo salutare con affetto i Nostri alunni e le loro famiglie al termine di un altro anno scolastico difficile ed impegnativo, ricco di eventi e di risultati, alcuni raggiunti ed altri, purtroppo, mancati.

Vogliamo ricordare come preziosi i momenti condivisi in quell’essenziale opera educativa che unisce tutti Noi.

L’auspicio per il futuro è il perseguimento costante di esperienze formative che siano preziose per i Nostri ragazzi e per la loro crescita, per Noi e per la nostra evoluzione, per le famiglie che ci accompagnano in questo progetto, che rimane ancora oggi avveniristico.

Inevitabili sono  la fatica e l’errore che si uniscono quotidianamente allo sforzo comune di educare ed essere educati, crescere, conoscere e scoprire.

Ingiusti possono apparire i giudizi e le prove a cui veniamo sottoposti gli uni e gli altri.

Difficile e talvolta  inaccettabile è  tutto questo, ma ne vale la pena .

I Vostri insegnanti




%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: