Ultima modifica: 7 aprile 2017
> Senza categoria > PRIMA TAPPA : LA PROVINCIA DI FORLì-CESENA

PRIMA TAPPA : LA PROVINCIA DI FORLì-CESENA

Fedeli ai postulati fondanti la spendig review, conformi ai più basilari principi di ecosostenibilità ed ispirati alle più innovative tecniche dei videomakers, gli alunni del “Matteucci” di Forlì ( classi 2 B-D-E Amministrazione-finanza e marketing) hanno intrapreso il viaggio che li renderà “giovani cittadini di Forlì” ed esperti conoscitori delle principali Istituzioni che operano nella Nostra città.

La prima tappa del percorso li ha visti raggiungere  - naturalmente a piedi, a costo zero, muniti semplicemente di fogli e penna, nonché naturalmente smartphone – il Palazzo della Provincia.

Una riforma (riforma cd.  Delrio del 2014) ed un referendum ( referendum costituzionale del 4 dicembre 2016) hanno loro consegnato un ente “nuovo” in un momento di eccezionale evoluzione, carica di serie difficoltà, ma anche di avveniristiche prospettive.

Accolti come ospiti degni di ogni riguardo, seduti nei banchi del Consiglio provinciale, gli alunni hanno udito gli interventi del Segretario Provinciale Dott.ssa Francesca Bagnato, dell'Ing Renzo Rivalta (responsabile in particolare dell'edilizia scolastica), del Dirigente finanziario Mauro Maredi, della Dott.ssa Roberta Bizzarri ( responsabile per i trasporti -viabilità), della Dott.ssa Catia Briccolani ( responsabile per il personale).

Ognuno di loro ha sviscerato le tematiche connesse al proprio ruolo, illustrando in modo chiaro e semplice concetti complessi ed importanti come quello di “Area vasta” - sinergia fra le province di Romagna finalizzata alla creazione di un'unica grande provincia-, quello del doppio livello organizzativo della provincia - politico ed amministrativo- funzionale ad una divisione del potere  essenziale per il controllo reciproco, quello relativo alle risorse economiche delle province ed ai gravissimi problemi connessi al bilancio attuale  seriamente compromesso da prelievi statali eccedenti le risorse complessive dell'ente .

Il nuovo organo della provincia ( l'Assemblea dei sindaci), l'abolizione della Giunta provinciale, le nuove competenze dell'Ente fortemente ridimensionate benchè essenziali ( viabilità, trasporti, edilizia scolastica, pari opportunità nel luogo di lavoro), sono state oggetto di un ampio dibattito in cui i ragazzi hanno potuto chiarire concetti  ed informazioni che evadono i confini del testo scolastico.

Una visita guidata del Palazzo settecentesco sede della Provincia ha svelato curiosità inedite al più esperto forlivese: la presenza della torretta metereologica funzionante sul tetto, l'origine dell'edificio costruito dal Cardinale Fabrizio Paulucci, la presenza all'interno del chiostro della statua di G.B. Morgagni oggi collocata, invece, nella piazzetta antistante, gli arredi oggetto di donazione dell'Ing  Giuseppe Pedriali, la collocazione anteriormente agli anni '70 del secolo scorso dell'Istituto Matteucci, unitamente ad altri licei ed istituti forlivesi.

Una percorso, quello svolto dagli studenti, che li ha avvicinati ad un'importante Istituzione locale, ai funzionari che in essa operano, ai valori che in essa vengono attuati, agli obiettivi che vengono perseguiti e che impongono una seria riflessione sul ruolo attuale della Provincia e sulle prospettive di una sua trasformazione in una realtà più ampia e forte  .

Il saluto con cui il Presidente della Provincia Davide Drei ha congedato gli alunni nell'ultimo giorno di visita nel Palazzo ha il sapore di un sincero augurio per il loro futuro di  cittadini e il suono di un arrivederci alla prossima tappa del  viaggio: il Comune di Forlì.

Lascia un commento

 




%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: