Ultima modifica: 25 ottobre 2018
> Senza categoria > VIVA! PRENDIAMOCI CURA!

VIVA! PRENDIAMOCI CURA!

Il Matteucci partecipa alla Giornata della Rianimazione Cardiopolmonare

Insegnare a prendersi cura della propria salute.

Insegnare quale comportamento adottare in caso di improvviso arresto cardiaco od ostruzione delle vie aeree per la presenza di un corpo estraneo.

Con questo spirito è nata la campagna nazionale di sensibilizzazione “Viva! 2018”, giunta alla 5^ edizione.

L’Associazione che ha promosso questa iniziativa è l’Italian Resuscitation Council (IRC), che opera in collaborazione con la sua omologa europea (European Resuscitation Council).

L’arresto cardiaco è il più importante problema sanitario in Europa: ogni anno ne vengono colpite circa 400mila persone, di cui 60mila soltanto in Italia.

Il fattore tempo è cruciale: se i testimoni dell’arresto cardiaco soccorrono tempestivamente la vittima, dando inizio alla manovra di rianimazione cardiopolmonare (RCP) prima dell’arrivo dell’ambulanza, le possibilità di sopravvivenza aumentano di due o tre volte rispetto ai casi in cui la rianimazione non venga iniziata.

È stato lo stesso Parlamento europeo che nel 2012, prendendo atto del grave problema sanitario, ha invitato gli Stati membri a istituire una settimana di sensibilizzazione.

Della necessità di informare cittadini e studenti per renderli più consapevoli si è fatta carico la IRC,  un’associazione senza fini di lucro avente sede a Bologna, con più di 5000 soci attivi. Questa associazione, espressione di varie professionalità mediche ed infermieristiche, si propone di diffondere la cultura della rianimazione cardiopolmonare e conduce, in tal senso, un’intensa opera di formazione, anche rivolta agli operatori sanitari.

Il team forlivese di VIVA, coordinato da Sandra Nocciolini e Debora Bombardi, coordinatrice e referente infermieristiche dell’AUSL Romagna, ha partecipato alla campagna nazionale con progetti ed iniziative che hanno coinvolto gli studenti delle scuole medie inferiori e superiori di Forlì nella settimana compresa tra il 15 e il 21 ottobre.

Venerdì 19 ottobre gli operatori sanitari di VIVA sono stati accolti con grande interesse dagli studenti del Matteucci provenienti dalle classi quarte dei vari indirizzi: 4^ A Afm e 4^ B Afm, 4^ A Sia, 4^ A Rim, 4^ A Tur.

Gli operatori di VIVA hanno coinvolto gli alunni in una lezione di formazione teorica e pratica.

Agli studenti sono giunti consigli, nozioni, informazioni fondamentali e lezioni pratiche, come chiamare immediatamente il 118, iniziare le manovre di rianimazione cardiopolmonare, recuperare al più presto un defibrillatore; oppure applicare la manovra di Heimlinch per la disostruzione delle vie aeree.

Si tratta di manovre semplici, sicure, che chiunque, anche senza una specifica preparazione professionale, può attuare per salvare una vita umana.




%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: